‘Buon cane’ che ha sparato accidentalmente al petto del suo proprietario, è stato perdonato

Un uomo di 74 anni è stato ferito da un colpo di pistola sparato dal suo quattrozampe. «E’ un buon cane. Non intendeva farlo» lo difende dal suo letto in ospedale Tex Gilligan raccontando alla Abc News come è accaduta l’incredibile storia che lo ha visto sfortunato protagonista.
L’uomo si trovava nel deserto del New Mexico per la caccia alla lepre quando Charlie, uno dei tre cani che erano con lui in quel momento, ha toccato con la zampa il grilletto della pistola e ha fatto partire un colpo attraverso il sedile del guidatore. «Mi ha rotto tre costole, perforato un polmone e rotto una clavicola – spiega Gilligan a Abc News – Avevo un grosso buco e ho perso molto sangue».
All’inizio Gilligan ha pensato di essere stato ferito da un colpo sparato da un altro cacciatore. Una tragedia sfiorata evitata solo grazie al fatto che l’uomo aveva un cellulare con il quale ha potuto chiamare il servizio di emergenza. «I soccorritori della DASO (Doña Ana County Sheriff’s Office) mi hanno salvato la vita: se avessero aspettato altri 10 minuti sarei morto. Ho perso così tanto sangue che poco prima di arrivare in ospedale hanno dovuto rianimarmi con il Cpr».
L’uomo è stato sottoposto a diversi interventi chirurgici e, sebbene sia in condizioni critiche, è sulla via della guarigione. Intanto è stato trasferito in un centro di riabilitazione a Las Cruces.
Charlie, Scooter e Cowboy – questi i nomi dei tre cani – sono stati mandati in un Centro di assistenza per gli animali della Mesilla Valley. «Povero Charlie, è un buon cane – spiega Gilligan -. Il dipartimento dello sceriffo ha detto che l’unico con cui avevano problemi era Cowboy, gli altri due si sono comportati in maniera amichevole».

Sorgente:  Indi100.com

Please follow and like us:

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *